L'ultimo saluto di Scanzorosciate ai suoi defunti, uno ad uno.

Abbiamo salutato uno ad uno i 105 concittadini che l'epidemia di Covid ha strappato alla nostra comunità. Li abbiamo chiamati per nome, un'ultima volta, e abbiamo accompagnato il saluto con un rintocco di campana e l'accensione di un cero.


La funzione è stata celebrata dai Sacerdoti dell’Unità pastorale di Scanzorosciate: don Severo Fornoni, don Gianni Rigamonti, don Angelo Pezzoli, don Bruno Baduini, don Sergio Armentini.

Erano presenti alla funzione anche il direttore generale della RSA Fondazione Piccinelli Enrico Madona e suor Arpalice, in ricordo dei tanti ospiti della struttura defunti che non erano residenti a Scanzorosciate e il cui numero non rientra quindi in quello dei decessi del Comune.

 Al termine della Messa, le note dell'Inno d'Italia ed il discorso del Sindaco  (leggi qui il testo integrale) hanno chiuso il momento di ricordo che il Comune ha voluto dedicare alle vittime del Covid-19.

 

Un grazie agli Alpini, ai volontari della protezione Civile e alla Croce Rossa che hanno allestito gli spazi e garantito l'ordinato svolgimento della manifestazione, nel rispetto delle normative di sicurezza.