Referendum, il voto per gli italiani all'estero temporaneamente

In previsione del Referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari ( Modifiche degli articoli 56,57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei Parlamentari”) previsto per domenica 29 marzo 2020, gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento del referendum popolare confermativo nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza (art. 4-bis, comma 1, legge 459 del 27 dicembre 2001), ricevendo il plico elettorale contenente la scheda per il voto all’indirizzo di temporanea dimora all’estero.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione entro il 26 febbraio 2020.

L’opzione obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Scarica qui il modulo

A chi rivolgersi

Telefono 035.654732 - fax 035.656228
Orari
Lunedì dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,30 alle 18,00;
Martedì e venerdì dalle 9,30 alle 12,30;
Giovedì dalle 9,30 alle 13,00;
Sabato dalle 9,00 alle 12,00;